I pastori di Perdasdefogu: «Così lo Stato ci costringe a diventare fuorilegge»

PERDASDEFOGU. «E Porto Marghera allora?». Silenzio. Nessuna risposta. «E forse che l’inquinamento del petrolchimico lì… ». Costanzo Carta non riesce a capire. Occhi vispi e lucidi, cerca oltre il mare, il capraro di Foghesu, come se la laguna di Venezia fosse dietro l’orizzonte azzurro.


Leggi tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.