La Svizzera al voto sulla libera circolazione dei lavoratori Ue

Le forze politiche nazionaliste paventano il rischio di un’invasione di massa dei lavoratori bulgari e rumeni, gli ultimi entrati nell’Ue. E invitano a votare no nel referendum di domenica prossima. Ma in gioco c’è un piatto molto importante. E riguarda tutto l’impianto degli accordi bilaterali tra la Confederazione e l’Unione europea.
Read Full Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.