SINGAPORE – Lavoratori migranti, prime vittime della recessione mondiale

A Singapore 100 operai immigrati rinchiusi per tre mesi in una gabbia. Il datore di lavoro non voleva essere denunciato per il mancato pagamento degli stipendi arretrati. Nel 2009 saranno tagliati 51 milioni di posti di lavoro. Secondo i dati Ilo entro fine anno il livello di disoccupazione mondiale sarà del 7,1%.
Read Full Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.