Perché ora il “no” della Cgil sui contratti preoccupa governo e imprese [Solo qui]

Lo scenario che si apre dopo la firma separata sulla riforma dei contratti è piuttosto inedito nella storia delle relazioni sindacali italiane: è molto probabile che dalla concertazione si finisca per passare alla concorrenza tra Cgil, Cisl e Uil, rendendo di fatto impervia l’applicazione di nuove regole.
Read Full Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.