Fiat e Chrysler trattano le nozze

TORINO Una quota del 35% di Chrysler senza nessun esborso e la possibilità di salire ulteriormente nel capitale in cambio dell’accesso alle rispettive reti di vendita, fornitura da parte di Fiat di piattaforme, motori e componenti per le piccole auto e management per gestire il risanamento della casa Usa.
Read Full Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.