Eluana Englaro: la casa di cura di Udine non ospiterà i suoi ultimi giorni

La clinica privata che aveva dato la disponibilità ad accogliere la ragazza in coma per permettere l’interruzione dell’alimentazione forzata ha comunicato oggi che non potrà più farlo: “il Ministro potrebbe assumere provvedimenti che metterebbero a repentaglio l’operatività della struttura, e quindi il posto di lavoro di più di 300 persone”.
Read Full Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.